Salta al contenuto principale

Prova Tecnica di Maestro Plus, scritta da Simone Dal Maso

Ausilio scelto per la Prova Tecnica

Premessa

Uno degli ausili piu' dibattuto, e allo stesso tempo utilizzato da una certa fascia di utenza tra i disabili visivi, prende il nome di macchina di lettura. Molte persone adesso probabilmente sorrideranno a sentir nominare questo termine, giacche', ormai uno scanner e un computer, o, alternativamente, l'accesso a biblioteche o edicole digitali via internet riescono non solo a eguagliare, ma, a superare per mole di informazioni reperibili questa tecnologia.
Esiste però una fascia d'utenza, principalmente costituita da persone anziane ma non solo, che cercano l'essenzialità, la semplicità e l'immediatezza, senza dover quindi apprendere per forza l'utilizzo di uno screen reader, del personal computer e dei programmi ad esso correlati.
A 30 anni di distanza dall'importazione in Italia della prima macchina di lettura, un coso di dimensioni enormi, circa una lavatrice per intenderci, che, nonostante una sintesi vocale con qualità raccapricciante e i molteplici errori di testo, veniva a costar e qualcosa come 250 milioni delle vecchie lire, non trovo assolutamente azardato scrivere che il Maestro Plus è un ausilio per certi versi rivoluzionario, per due ragioni:
1. Il prezzo, 1300 euro, sostanzialmente la metà dei prodotti concorrenti. Mi sono sempre battuto in prima persona su questo, perche', alla fine una macchina di lettura comprende un pc, uno scanner e programmi correlati che devono svolgere la funzione di OCR, lettura testi, etc.
Premesso che un'azienda debba guadagnarci, c'è una differenza sostanziale tra il guadagnarci e l'approfittarsi.
2. Modalità d'interazione: generalmente le macchine di lettura si servivano di tasti o tastierini annessi per accettare i comandi dell'utente. Il Maestro Plus invece permette di usare la propria voce, e, su questo, dubito vi sia metodo più diretto per un utente. In questo modo, basta imparare pochissimi comandi, volendo anche solo due, e si è in grado di utilizzare l'apparecchio.

Descrizione:

con le premesse scritte poc'anzi, è chiaro che Il Maestro Plus è una macchina decisamente semplice anche da descrivere.

Abbiamo uno scanner Canon e un pc che formano un'unica struttura molto compatta. Il pc monta Windows7 e ha 2 giga di ram, non molti, ma assolutamente idonei allo scopo.
Vi sono davvero un mare di porte USB, quattro sul retro e due sulla parte frontale, un connettore lan, una presa monitor, 2 ingressi ps2 per tastiera e mouse, una porta seriale e una parallela.
La particolarità del Maestro Plus è che, collegandoci una tastiera, o anche un monitor esterno se lo si desidera, diventa un pc normalissimo a tutti gli effetti. Ma di questo, parlerò dopo.
In definitiva, i tasti sono soltanto due. Uno consente di accendere e spegnere l'apparecchio. L'altro invece serve ad azionare i comandi vocali. Ogni qualvolta si desidera impartire un comando al Maestro Plus, sarà necessario premere il tastino posto sulla parte frontale della macchina. Questo evita che il Maestro stia sempre in ascolto: è l'utente che deve decidere quando il pc deve ascoltare!
Come scritto poche righe sopra, basterà imparare pochissimi comandi per poter utilizzare Maestro Plus. Direi che i due fondamentali sono "copia testo", per effettuare una scansione, e "leggi testo", per farsi leggere ciò che è stato riconosciuto dal pc.
In realtà, vi sarebbero anche altri comandi che però non sono fondamentali, "aumenta volume" o "diminuisci volume", aumenta o diminuisci la velocità di lettura, leggi la frase precedente/successiva, leggi la pagina precedente/successiva, vai a inizio/ fine testo e così via.
Poiché il software che effettua le scansioni è il KurzWeil1000, è pienamente supportata la funzionalità di riconoscimento lingue, in pratica il Maestro leggerà le pagine nella lingua in cui esse sono scritte, grazie alle voci RealSpeak e a quelle installate di default da Kurzweil. La voce italiana predefinita è Silvia, che tutti conosciamo.
In definitiva, questo è tutto ciò che occorre sapere per utilizzare la macchina di lettura nella sua maniera più semplice.
Il bello però viene adesso.
Se colleghiamo una qualsiasi tastiera, o via ps2 o via USB, il Maestro Plus diventa un pc a tutti gli effetti. E non bisogna compiere operazioni di riavvio, o operazioni particolari per avere accesso al sistema. Quello che voglio dire è che si ha la piena e totale padronanza del pc.
E' chiaro però che una cosa va detta: se si collega una tastiera, l'utente deve sapere ciò che fa. Le possibilità non serve scriverle tutte, è ovvio che se voglio utilizzare il Maestro Plus come pc, potrò quindi connettermi a internet, installare programmi, e utilizzare tutte le funzioni avanzate di KurzWeil 1000.
Difetti?
Be, non è stato incluso il lettore Cd-dvd, per problemi di spazio, si è pensato di inserire un numero cospicuo di porte USB. Nel caso, un lettore Cd Esterno costa poche decine di euro.

Conclusioni:

Per concludere questa breve descrizione, vorrei ribadire la mia soddisfazione perché, finalmente, ci si e' resi conto che continuare a vendere macchine di lettura a oltre 2300 euro è una vera follia.
Sono anni che, nelle varie mailing list, nei forum, o parlando con le varie aziende, gli utenti più smaliziati facevano notare la cosa.
In questo caso, tanto di cappello a Tiflosystem, che ha raccolto le nostre osservazioni e le ha tramutate in pratica. E, sia ben chiaro, il fatto di lavorare per questa ditta non influenza in alcun modo il mio giudizio, io qui scrivo come utente, il giorno che questo succederà, smetterò di scrivere per SpazioAusili, perché questo sito deve rimanere imparziale.
Tornando al Maestro Plus, il prezzo di commercializzazione è di 1300 Euro e, naturalmente, può essere acquistato tramite il Servizio Sanitario Nazionale, mediante i codici relativi ai sistemi ICR e Sintesi vocale.

Files disponibili

Commenti

#1 R: Prova Tecnica di Maestro Plus, scritta da Simone Dal Maso

Beh, Simone, ovviamente, le prove sul campo saranno il vero battesimo del fuoco di maestro, ma la politica, questa volta, adottata è giusta, rispetto ad altre realtà che non citiamo per correttezza.
alla fine della fiera, coi tempi che corrono, saranno davvero, gli utenti finali a dare il responso in quanto sempre di più verrà chiesto come contributo personale e, forse, arriverà l'ora delle richieste per bisogno e non perchè tanto paga la asl... anche di questo siamo sempre stati pieni.
il cambiamento sta diventando sempre più presente e, nel bene o nel male, tanta selezione verrà fatta.
credo, anche, come ho già detto a te, a voce, spazio ausili deve restare attivo, come sempre, ed il fatto che ora tu abbia la possibilità di recensire più roba perchè lavori nel settore, conoscendo la tua schiettezza, non può che rendere che chiarezza ai naviganti, non credo che Simone Dalmaso recensisca positivamente cose che sono ciofeche, quindi, vento in poppa e non fermatevi.
Vainer.

#2 R: Prova Tecnica di Maestro Plus, scritta da Simone Dal Maso

Beh, Simone, ovviamente, le prove sul campo saranno il vero battesimo del fuoco di maestro, ma la politica, questa volta, adottata è giusta, rispetto ad altre realtà che non citiamo per correttezza.
alla fine della fiera, coi tempi che corrono, saranno davvero, gli utenti finali a dare il responso in quanto sempre di più verrà chiesto come contributo personale e, forse, arriverà l'ora delle richieste per bisogno e non perchè tanto paga la asl... anche di questo siamo sempre stati pieni.
il cambiamento sta diventando sempre più presente e, nel bene o nel male, tanta selezione verrà fatta.
credo, anche, come ho già detto a te, a voce, spazio ausili deve restare attivo, come sempre, ed il fatto che ora tu abbia la possibilità di recensire più roba perchè lavori nel settore, conoscendo la tua schiettezza, non può che rendere che chiarezza ai naviganti, non credo che Simone Dalmaso recensisca positivamente cose che sono ciofeche, quindi, vento in poppa e non fermatevi.
Vainer.

#3 R: Prova Tecnica di Maestro Plus, scritta da Simone Dal Maso

Ciao Simone,

Beh sostanzialmente è un affare! Se pensiamo che Kurzweil 1000 costa sui 700€, mettiamoci pure che la TifloSystem abbia comprato i computer in stock a 350-400€ l'uno (con installazione e adattamenti vari).... minimo credo. Cioè è un prezzo onesto.

Un chiarimento Simone, monta solo Silvia (come Kurzweil) o compresa nei 1300 ci sono tutte le voci realspeak (visto che nella recensione usi il plurale)? Perché se è così ci sono altri 100 euro in meno di margine...oppure le multilingua saranno eloquence?

Poi, come ti ho già detto, secondo me dovreste fare qualche tentativo con le document camera... la SARA CE costa 600€ in più in parte ingiustificati se pensiamo al sistema WinCE non espandibile e non personalizzabile, ma dobbiamo tener presente il target: che percentuale del target di una macchina di lettura la vuole usare come PC?

SARACE in più però ha la lettura è istantanea e non hai un gap di 11s + tempi di riconoscimento che viene fatto in multithread durante la lettura....

ma vabbé non mi hai risposto allora e immagino non lo farai adesso!

Ora della fine avreste poche spese di R&S sul vocale visto che i comandi resterebbero gli stessi, basterebbe riadattare le macro per gestire, eventualmente, altri programmi (diversi da Kurzweil)

Altro consiglio: la SARA CE ha il supporto integrato per il braille (con dispositivi FreedomScientific); non credo sia difficilissimo mettere un BRLTTY con driver libusb che gira in background ed un NVDA con la sintesi disattivata in modo che a caldo un vostro utente possa mettere e togliere una riga braille USB senza neanche bisogno di configurarla.... e sarebbe a costo zero

Alberto

Commenti recenti

Questo sito si protegge dallo spam e da altri tipi di minacce tramite Honeypot